Spegnimi

Spegnimi

testo

Spegnimi
Se non abbiamo nemmeno il diritto
Di dire no

Stringimi
Se il nemico ci annebbia
Stringimi

Com’era bello quand’eri diverso
Sentirti un eroe

Per quello che poi sarà

Nelle vostre fabbriche centenarie
Dove l’uomo non ragiona più
Rilassiamo le menti
Tra tavolini troppo vuoti
Al freddo sapore di vite
Vissute

Al risparmio

Per quello che poi sarà


crediti

Testo: Andrea Radaelli
Musica: Elaflein

Registrata e mixata da Fabio Intraina presso Trai Studio, Inzago (MI)

Masterizzata presso New Mastering Milano